By / 27th febbraio, 2018 / blog / No Comments

just for you

●● PEOPLE & THE CITY è una rubrica mensile dedicata alle persone.

Ogni primo martedi del mese un nuovo articolo, frutto di una chiacchierata con viaggiatori, creativi  o semplicemente amici, gente interessante che con Palermo ha un rapporto speciale. Abbiamo iniziato con una creativa leccese, Chiara Spinelli, continuiamo con uno special guest del b&b, un famoso artista lombardo che vive in Veneto.

In coda trovate i contatti di ogni persona che ho incontrato, vi consiglio di approfondire!
Non solo turisti quindi: qualcuno è venuto a visitare la Sicilia ed è stato ospite nel mio b&b, qualcun altro conosciuto in viaggio, chi invece vive qui in città. Queste persone mi hanno lasciato qualcosa, un’emozione o un’esperienza.

Quali sono le loro passioni? E cosa li ispira di più di Palermo? Scopriamolo insieme.

●●●●●●●●●●●●●●●●●●●●●●●●●●●●●●●●●●●●●●●●●●●●●●●●

Pierpaolo Capovilla, è un cantautore, bassista e attore italiano, fondatore degli One Dimensional Man e de Il Teatro degli Orrori, di cui è cantautore e frontman, e a colazione beve solo caffè nero.

Lo so perchè è stato ospite della Stanza Rossa insieme alla compagna Elisabetta, in occasione di un suo spettacolo a Palermo: il  progetto di metateatro Interiezioni ha fatto tappa da Arci Porco Rosso, un collettivo e laboratorio d’idee molto attivo proprio qui a pochi passi, che ha scelto il MAD per il soggiorno della coppia.

image

Ed eccomi nel terrazzino a fare due chiacchiere con questi ospiti speciali, più che vip, due persone molto alla mano e gentili, pronti al confronto e allo scambio di opinioni: davanti a un buon bicchiere di Sangue, ottimo vino tipico delle taverne palermitane, e mangiando mandorle, mi hanno raccontato cosa hanno fatto in questo weekend a Palermo.

Tra le altre cose, li ha particolarmente colpiti il mercato di Ballarò, soprattutto le strade dove si vende a pochi Euro merce usata di ogni genere: ne è venuta fuori una conversazione interessante a proposito dell’importanza degli oggetti, del loro uso e riuso creativo, sul legame emotivo. E non ultima, sottolinea Pierpaolo, l’importanza di mercati come questi, dei quali la gente sente il bisogno e che effetivamente sono sempre molto frequentati. Anche io ho trovato lì parecchi mobili  e oggetti che, insieme a quelli appartenuti a mia nonna, ho restaurato e rivisto in chiave moderna e ora corredano il b&b.

IMG_6702

Pierpaolo ha le idee molto chiare a riguardo: “Oramai gli oggetti hanno una obsolescenza programmata, quando li compriamo sappiamo già che avranno una durata brevissima. Non è stato sempre così, a casa di mia sorella ancora usiamo le stoviglie di quando ero bambino, sono oggetti ma anche ricordi. In Giappone gli oggetti che si rompono vengono riparati e assumono ancora più valore, c’è proprio una tecnica apposita, si chiama Kintsugi”.

Abbiamo parlato anche di multiculturalità, del fatto che molte associazioni e collettivi stanno facendo un gran lavoro per aiutare gli immigrati e la pacifica convivenza tra etnie sociali differenti nel centro storico. “Da soli non si va da nessuna parte, le cose si migliorano solo muovendosi insieme.” dice Pierpaolo. Ho raccontato loro della comunità africana che si riunisce nel palazzo accanto, cantando nènie tribali che il vento ogni tanto porta fin qui e affascina noi e gli ospiti: solo raramente per fortuna si unisce al coro un solista stonato, che però fa molto ridere. Pierpaolo ed Elisabetta sono rimasti incuriositi, purtroppo nei giorni del loro soggiorno la comunità non si è riunita… sarà per la prossima volta.

 

IMG_6698

facebook-icon PIERPAOLO CAPOVILLA

INTERIEZIONI | Arci Porco Rosso

PHOTO CREDITS  Agnese Ermacora | Antonella Cataldo